Cerca
  • LJ&P

DOCUMENTI DI PRASSI - 12 OTTOBRE 2022

Cari/e tutti/e,


Oggi si segnalano i seguenti documenti di prassi:


Risposta all'interpello n 499
.pdf
Download PDF • 228KB

Risposta ad interpello n. 499 del 12 ottobre 2022

Servizi informatici relativi alla gestione di una piattaforma di scambio titoli - Regime IVA - art. 10, comma 1, n. 4 d.P.R. 633/72 - Reverse charge- art. 17, comma 2, d.P.R. 633/72


Nella Risposta ad interpello n. 499/2022 l’Agenzia delle Entrate ha precisato che “al fine di stabilire il trattamento fiscale [dei servizi informatici relativi alla gestione di una piattaforma di scambio titoli], ai fini IVA […] occorre, in particolare, verificare se, anche sulla base delle specifiche previsioni contrattuali che li regolano, sotto il profilo funzionale, tali servizi si configurano quali semplici attività di supporto tecnico/informativo o amministrativo oppure se si tratta di servizi che, nei termini anzidetti, sono idonei a determinare modifiche giuridico-economiche nella sfera dei rapporti giuridici dei destinatari”.

Inoltre “qualora con riferimento ai servizi oggetto dell'istanza in esame ricorrano, nei termini anzidetti, i presupposti per l'applicazione del regime di esenzione di cui all'art. 10, comma 1, n. 4 del d.P.R. n. 633 del 1972, la società istante dovrà integrare la fattura ricevuta dalla società francese Omega indicando in luogo dell'ammontare dell'imposta il titolo di esenzione con l'indicazione della relativa norma nazionale”.


Risposta all'interpello n 500
.pdf
Download PDF • 199KB

Risposta ad interpello n. 500 del 12 ottobre 2022

Contributo straordinario contro il caro bollette - Decreto-legge n. 21 del 2022 - Determinazione base imponibile in caso di fusione per incorporazione tra due soggetti tenuti al versamento del contributo.


Nella Risposta ad interpello n. 500/2022 l’Agenzia delle Entrate ha precisato che “il soggetto su cui ricade l'obbligo di versamento del contributo una tantum contro il caro bollette è la società incorporante ALFA”. Ai fini della determinazione della base imponibile del contributo straordinario, introdotto dall'art. 37 del decreto legge 21 marzo 2022, n. 21 (decreto Ucraina) “rileverà l'incremento del saldo aggregato tra le operazioni attive e passive IVA, risultanti dalle LIPE, delle due società partecipanti alla fusione, riferito al periodo dal 1° ottobre 2021 al 30 aprile2022, rispetto al saldo aggregato tra le operazioni attive e passive IVA, riportati nelle LIPE, riferito al periodo dal 1° ottobre 2020 al 30 aprile 2021”.


Risposta all'interpello n 501
.pdf
Download PDF • 221KB

Risposta ad interpello n. 501 del 12 ottobre 2022

Gruppo IVA - Opzione per l'applicazione separata dell'imposta ai sensi dell'articolo 36 del d.P.R 26 ottobre 1972, n. 633


Nella Risposta ad interpello n. 501/2022, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che per poter “esercitare l'opzione di cui all'art. 36 del D.P.R. n. 633 del 1972, al fine di separare l'attività di gestione di contact center da svolgere nei confronti di soggetti estranei al perimetro del Gruppo IVA dall'attività di centrale telefonica per la gestione dei sinistri del ramo assistenza e di contact center a supporto dell'attività assicurativa svolta a favore di compagnie di assicurazione, partecipanti al Gruppo IVA” è necessario che “il flusso delle operazioni attive” sia “distinguibile a seconda delle caratteristiche soggettive dei destinatari dell'attività - compagnie assicurative o soggetti diversi da queste ultime- da cui consegue un differente regime fiscale delle operazioni”.


Risposta all'interpello n 502
.pdf
Download PDF • 223KB

Risposta ad interpello n. 502 del 12 ottobre 2022

IVA - Regime applicabile ai servizi di pulizia e sanificazione degli Hub vaccinali - articolo 1, comma 453, della legge del 30 dicembre 2020, n.178 - art. 17, sesto comma, lettera a-ter), del D.P.R. 26 ottobre 1972, n.633


Nella Risposta ad interpello n. 502/2022, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che “le prestazioni di servizi di pulizia e di sanificazione effettuate dalla società istante presso gli Hub vaccinali […] sono riconducibili nell'ambito delle prestazioni di servizi "strettamente connesse" ai vaccini, nell'accezione di cui all'art. 1, comma 453, della Legge 30 dicembre 2020, n. 178 […] in quanto anche tali servizi sono da considerarsi funzionali al raggiungimento dell'obiettivo di consentire la massima diffusione della campagna vaccinale a costi sostenibili”. Pertanto “si ritiene […] che i servizi in argomento siano soggetti al regime di esenzione da IVA in parola (rectius aliquota zero), senza pregiudizio, in capo all'Istante, del diritto alla detrazione dell'imposta ai sensi dell'articolo 19, comma 1, del D.P.R. n. 633 del 1972”.


Risposta all'interpello n 504
.pdf
Download PDF • 205KB

Risposta ad interpello n. 504 del 12 ottobre 2022

Royalties per utilizzo di piattaforma on line - Regime Iva - articolo 3,comma 2, n. 2), del d.P.R 26 ottobre 1972, n. 633


Nella Risposta ad interpello n. 504/2022, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che la “concessione di utilizzo del marchio ‘X’ e della piattaforma online” a fronte della quale il laboratorio di analisi concessionario corrisponderà alla società concedente “delle royalties, calcolate sulla base del numero di test eseguiti e rendicontati nella piattaforma” integrano compensi che “rappresentano il corrispettivo di prestazioni di servizi riconducibili, ai fini IVA, nell'ambito delle cessioni o concessioni in uso di marchi o brevetti che, in presenza di requisiti soggettivi e territoriali, dovranno essere assoggettati ad IVA con applicazione dell'aliquota nella misura ordinaria, ai sensi dell'articolo 3, comma 2, n. 2), del d.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633”.


Risposta all'interpello n 505
.pdf
Download PDF • 221KB

Risposta ad interpello n. 505 del 12 ottobre 2022

IVA - Aliquota IVA da applicare alla cessione di supporti nutrizionali medici - n. 41-quater, tabella A, parte II, allegata al Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633


Nella Risposta ad interpello n. 505/2022, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che “l'agevolazione di cui al n. 41-quater, della Tabella A, Parte II, allegata al DPR n. 633/1972, non possa trovare applicazione con riferimento alla cessione di prodotti (acqua gelificata, bevande in gel, polveri addensanti e miscele polimeriche) da somministrarsi per via orale ed enterale, effettuata dalla società sia nei confronti delle Aziende Sanitarie che di soggetti privati (come indicato nelle due ipotesi oggetto dell'istanza), in quanto gli stessi non sono qualificabili di per sé come "ausili o protesi", trattandosi di beni impiegati non per consentire al paziente di assumere le sostanze nutritive necessarie, ovviando alla menomazione funzionale permanente che gli impedisce di alimentarsi autonomamente, bensì di prodotti aventi la funzione di alimentare/idratare il paziente al quale sono somministrati”.


Risposta all'interpello n 506
.pdf
Download PDF • 217KB

Risposta ad interpello n. 506 del 12 ottobre 2022

Accise e base imponibile ai fini IVA


Nella Risposta ad interpello n. 506/2022, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che:

  • “Nell'ambito della prestazione di deposito svolta dall'Istante nei confronti della Collegata, l'adempimento dell'imposta da parte dell'Istante non può costituire parte della base imponibile della prestazione stessa, ma è una somma che a titolo di rimborso (anticipazione) è qualificabile nell'ambito dell''articolo 15, comma 1, n. 3, del Decreto IVA. Si tratta, infatti, di una somma assolta dal depositario, ma sostenuta di fatto dal depositante”;

  • Nella base imponibile IVA […] rientrano quei tributi per i quali è il fornitore dell'operazione soggetta ad IVA il soggetto debitore del tributo, il quale agisce in qualità di sostituto d'imposta


Risposta all'interpello n 507
.pdf
Download PDF • 232KB

Risposta ad interpello n. 507 del 12 ottobre 2022

Emissione e vendita di utility token - trattamento ai fini IVA


Nella Risposta ad interpello n. 507/2022, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che “la cessione degli utility token effettuata dal Contribuente in sede di ICO non sia soggetta a IVA ai sensi dell'articolo 2, terzo comma, lettera a) del Decreto IVA a condizione che la ricostruzione della fattispecie, per come ricostruita dalla scrivente, trovi concreta verifica”. In ogni caso “quando il possessore utilizzerà il token per acquistare a prezzo scontato il servizio di deposito dell'opera, detta operazione sarà soggetta a IVA con l'aliquota propria della prestazione di servizio ricevuta e tenendo conto sia dello status del committente (i.e. Business o Consumer), sia dello Stato in cui quest'ultimo è stabilito ai fini IVA”.


Risposta all'interpello n 508
.pdf
Download PDF • 254KB

Risposta ad interpello n. 508 del 12 ottobre 2022

Attività di mining -trattamento ai fini delle imposte dirette e dell'IVA


Nella Risposta ad interpello n. 508/2022, l’Agenzia delle Entrate ha precisato quanto segue:

  • L'assenza di un servizio direttamente prestato dal miner a favore di un committente, determinato o determinabile, consente di ritenere il mining non rilevante ai fini IVA in quanto caratterizzato dall'assenza di un legame sinallagmatico con conseguente preclusione del diritto a detrazione”;

  • Qualora i servizi [di mining] risultino remunerati mediante dei corrispettivi definiti in termini di cd. ‘monete virtuali’ […] la relativa remunerazione concorre alla formazione del reddito imponibile, nel periodo d'imposta in cui gli stessi possono considerarsi ultimati, ai sensi del comma 2 dell'articolo 109 del TUIR”.


Risoluzione n. 60
.pdf
Download PDF • 262KB

Risoluzione n. 60 del 12 ottobre 2022

Acquisto e rivendita di beni a viaggiatori extracomunitari ex articolo 38-quater del d.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 tramite mandato con rappresentanza


Nella risoluzione n. 60/E/2022 l’Agenzia delle Entrate ha puntualizzato che “Va […] esclusa […] la possibilità che il venditore porti in detrazione l'imposta relativa agli acquisti e successive cessioni nei confronti di consumatori extra UE qualora le operazioni non siano effettive, correttamente documentate e registrate, nonché neghi il rimborso, pur in presenza dei requisiti posti dall'articolo 38-quater del decreto IVA, considerando di fatto soggetta ad imposta un'operazione che non lo è”.

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Cari/e tutti/e, Oggi segnaliamo i seguenti documenti di prassi Risposta ad interpello n. 542 del 2 novembre 2022 Credito di imposta Art-Bonus - Articolo 1, comma 1, del d.l. n. 83 del2014 - Erogazioni

Cari/e tutti/e, Oggi segnaliamo i seguenti documenti di prassi Risposta ad interpello n. 532 del 31 ottobre 2022 Iper ammortamento – Effettuazione dei cc.dd. “investimenti sostitutivi” -Articolo 1, co

Cari tutti, oggi segnaliamo la pubblicazione, in via definitiva, della Circolare n. 34/E sulla disciplina fiscale dei trust ai fini dell’imposizione diretta e indiretta e recante, tra le altre cose, i